Viticoltura sostenibile

Berlucchi ospita il convegno internazionale Agricoltura 4.0

Borgonato di Corte Franca, 5 Dicembre 2017

Berlucchi continua il suo percorso nel mondo dell’agricoltura biologica e dell’innovazione sostenibile ospitando il 5 dicembre il workshop Agricoltura 4.0, le emissioni di gas a effetto serra in ambito agricolo. L’incontro, ideato nell’ambito del progetto  VITISOM LIFE di cui l’azienda è partner, ha approfondito il tema delle emissioni GHG (greenhouse gas, gas a effetto serra) in agricoltura alla presenza di relatori internazionali.

“L’uso del fertilizzante organico, l’unico concesso dal protocollo bio, ci permette di nutrire il suolo in modo lungimirante agendo sul terreno e non sulla pianta, come invece fa quello di sintesi”, dice Arturo Ziliani, AD ed enologo Berlucchi. “Con la fertilizzazione mirata che stiamo sperimentando nei nostri vigneti evitiamo sprechi e squilibri produttivi: suoli diversi infatti danno uve, e quindi vini, diversi”.

Hanno partecipato Leonardo Valenti, Università degli Studi di Milano, Patricia Laville dell'Insitut National de la Recherche Agronomique, Andrea Pitacco, Luca Tezza e Nadia Vendrame dell'Università degli Studi di Padova, Simona Bosco della Scuola Superiore Sant'Anna, Iñaki Mendioroz Casallo, project manager Progetto LIFE REGADIOX , Antonio Holgado-Cabrera dell'European Conservation Agriculture Federation, Maite Martínez-Eixarch dell'Institut Recerca I Tecnologia Agroalimentàries de Catalunya, Maria Teresa Pacchioli, e Laura Valli,del progetto Forage4Climate, Ilaria Minardi di West Systems, Marco Tonni di Sata Studio Agronomico e Valentina Orzi dell'Università degli Studi di Milano.

La corte interna di Berlucchi ha ospitato i due prototipi già in uso nei propri vigneti

programma life logo
eng